Festa degli Oscar: la romanità è donna

luglio 5, 2007

Un altro evento si celebra sotto il sole dell’estate romana. Ieri mattina un inconsueto «Tableau Vivant», in via del Corso e via del Babuino, ha dato il via all’ «Oscar delle donne 2007. La stagione della luce», promosso dall’associazione «Amor di Roma» e curato dalla «Tiziana Rocca Comunicazione».
Attraverso i vestiti, realizzati per l’occasione dall’Accademia di Costume e Moda, gli stilisti hanno reso omaggio agli angeli, a Picasso, al cubismo e a Toulouse Lautrec, in un miscuglio di stoffe e colori. Velluti, sete e merletti, dall’arancione al beige, dal nero al turchese, sovrapposti su gonne, pantaloni e cappelli.
La sfilata si inseriva in un contesto celebrativo più ampio. Infatti, in serata è stato consegnato un premio a donne che contribuiscono, attraverso la loro professione, ad arricchire il concetto di romanità. Una scultura rappresentante una donna alata è stata donata a Carla Fracci, Nancy Brilli, Anna Fendi e Laura Boldrini. Inoltre, un premio speciale a Paola Pitagora, autrice del libro «Fiato d’artista». Si è conclusa così, con un elegante dinner gala, la prima edizione dell’ «Oscar delle donne».

Annunci