Puttane e social network – Prostituzione nell’era del web 2.0

Forse il titolo è un po’ forte, ma rende perfettamente l’idea. Leggo sul blog di Marco Camisani Calzolari un interessante post in cui si parla dell’uso che le prostitute fanno di web 2.0 e network sociali. Il pezzo citato da Marco, è preso da Buzznetworker e si dilunga in esempi e casi eclatanti aventi come protagoniste le peripatetiche della rete. La tesi è quella che le prostitute sfruttino meglio il nuovo internet rispetto alle aziende. E non si può far altro che dar ragione. Si parla lungamente di escorts.com e aspd.net che sono i punti di ritrovo principali per gli amanti dell’intrattenimento da materasso.

Si tratta di una vera e propria comunità fervente e animata che ruota tutta intorno al mestiere più antico del mondo. Ma che differenza c’è allora con un normale sito di chi condivide le passioni di Sircana e Mele? Che la comunicazione in questo caso non è ad una via, ma c’è un rapporto bilaterale. Quasi come fosse un monster.it in cui c’è chi cerca e chi offre. Solo che chi offre, s’offre. La cosa più interessante è tutto il giro di recensioni (si, proprio recensioni) delle signorine allegre da una parte, ma dall’altra ci sono tutte le specifiche della prestazione e i lavoretti fatti dalla meretrice di turno (con mappe per raggiungere le locations…). Quindi uno può consultare il web e decidere a chi richiedere i servigi, proprio come se si dovesse scegliere un cellulare o un nuovo pc. La questione però non è passata inosservata quando gli annunci hanno raggiunto persino le pagine di Craigslist.com. Come si legge qui la polizia in molti casi è intervenuta.

Non so come sia il panorama italiano in questo settore, ma ho trovato proprio oggi questo post di Blog Killers, in cui veniva preso di mira un blog dal nome emblematico: scopopagando. Il tema sono proprio recensioni di prostitute ad opera di – si definisce lui stesso così – un bamboccione (fuori quota per superati limiti di età).

Si sa che il porno tira sempre e da sempre è promotore di innovazioni dalle videocassette all’Hd dvd e difficilmente ne sbaglia una, proprio perchè va dove c’è il grande (nel senso di vm.18) pubblico. E ovviamente la presenza su interent è passata dai semplici siti, alle webcam (un sito su tutti, RiVRagazze in Venditacome abbiamo scritto qui) fino al social network (da non dimenticare Sl). Dalle case chiuse si passerà alle communities chiuse?

Annunci

17 Responses to Puttane e social network – Prostituzione nell’era del web 2.0

  1. […] Mattone 2.0, la nuova frontiera delle truffe online Negli anni ‘80 era in voga la truffa del mattone. Il losco figuro di turno ti si avvicinava e ti proponeva l’affare della vita. […]

  2. ufficio stampa ha detto:

    Prostituzione, presto il via alla pubblicazione delle targhe dei clienti

    De Pierro: “Basta retorica, è ora di dar vita ad azioni concrete per arginare il fenomeno”

    09/03/2008 – I cittadini di Casale Rosso ancora in attesa di un intervento risolutivo sul territorio del VII municipio. Trans e prostitute continuano a tenere in scacco il quadrilatero stradale compreso tra viale Angeli e piazzale Pascali.
    Il comitato di quartiere da poco costituitosi ha ripreso con alcune videocamere la situazione di indecenza urbana di cui i residenti sono quotidianamente forzati spettatori: non c’è pace per gli abitanti del quartiere prenestino, costretti ad una vera e propria restrizione della libertà di circolazione per le strade limitrofe alle loro abitazioni, sorte di recente a ridosso dell’ex mattatoio.
    Impossibile per le donne uscire di casa dopo il tramonto, impossibile per i bambini avvicinarsi alle finestre e accedere al degradante spettacolo di transessuali alle prese con i loro clienti, impossibile ribellarsi a tutto questo: pena, il rischio di minacce e aggressioni da parte dei “lavoratori della strada” .
    Ventiquattro ore al giorno, un tratto di periferia urbana si trasforma in terra di nessuno, dove sporcizia e rifiuti di ogni tipo ricordano ai passanti ciò che accade ogni notte sulle loro strade, divenute negli ultimi anni un rinomato ritrovo per gli amanti dell’amore a pagamento, provenienti da Roma e provincia, in barba al divieto di transito alle auto per i non residenti, disposto per le ore notturne già lo scorso anno dal VII Municipio.
    Casale Rosso come piazzale dei Navigatori, Centocelle e tante altre zone della capitale in mano alla prostituzione di strada.
    Antonello De Pierro, presidente di Italia dei Diritti, da tempo impegnato sul fronte della lotta al fenomeno, promette battaglia per la tutela dei diritti dei cittadini del quartiere e lancia la sua proposta per debellare la piaga: pubblichiamo le targhe dei clienti!
    “Sono anni che assisto incredulo a proposte varie per affrontare il problema , interventi intrisi di retorica ma che puntualmente si rivelano inefficaci e si infrangono sugli scogli della demagogia. E’ ora di finirla con i balletti folkloristici delle finte soluzioni a scopo propagandistico,sospinte dal vento dell’ipocrisia – dichiara De Pierro, insieme al segretario romano Idv Roberto Soldà in prima linea per l’affermazione dei diritti della collettività – la situazione va finalmente affrontata in maniera radicale, per salvaguardare i diritti, in primis dei cittadini, ma anche di chi lavora per strada che, nella maggior parte dei casi,è costretto da organizzazioni criminali a vendere il proprio corpo.
    Ci sono anche risvolti socio-sanitari molto preoccupanti. I clienti, solo dei transessuali, in Italia, sfiorano i nove milioni, una cifra esorbitante che restituisce una realtà percentuale al di fuori da ogni aspettativa, se si rapporta alla totalità della popolazione: se escludiamo donne, bambini e anziani, i dati si commentano da soli. La cosa più grave è che questi clienti, da indagini condotte dal nostro movimento, nella maggior parte dei casi, chiedono rapporti non protetti, aumentando il rischio di contagio delle malattie sessualmente trasmissibili e, in gran parte, li ottengono, alzando di poco il prezzo – commenta il presidente del neo movimento – i dati in nostro possesso rappresentano uno spaccato di verità che va oltre ogni ragionevole previsione: i transessuali che per strada guadagnano di più sono proprio quelli che accettano il rapporto senza precauzioni, quelli attivi e che acconsentono all’uso di droghe. Di fronte a questa realtà, che foraggia le casse delle organizzazioni criminali e favorisce reati di ogni genere, non è più accettabile l’inerzia delle istituzioni – conclude De Pierro che in ultimo aggiunge “se a questo punto non vedremmo azioni concrete, al posto di sbandierate fandonie, siamo pronti a pubblicare sul portale d’informazione italymedia.it, da me diretto, le targhe dei clienti di lucciole e trans: se nessuno riesce ad arginare l’offerta, noi agiremo sulla richiesta, con fermezza e senza indugi o esitazioni di sorta”.

  3. boyzone ha detto:

    Attenzione:
    a tutte le iscritte al sito ragazzeinvendita.com!!!! La GUARDIA DI FINANZA sta
    indagando il sito sia per le connessioni dei proprietari residenti in italia, per cui indagati
    per SFRUTTAMENTO ALLA PROSTITUZIONE, sia per i guadagni elevati che frutta loro, SIA PERCHè il sito è
    GESTITO da SOCIETA’ OFF SHORE CON SEDE IN PARADISI FISCALI: in questo caso in 2207, CONCORD
    PIKE #563 Wilmington DE 19803 USA. INDIRIZZO INESISTENTE!!!!!

    Grazie alle numerose segnalazioni di RAGAZZE BANNATE e cancellatesi dal sito, da un
    AMICO CHE LAVORA ALLA POSTALE, ho avuto notizia certa che ENTRO DICEMBRE 2008 IL SITO SARA’ OSCURATO:
    i proprietari e gestori, che ora SI COLLEGANO DA LONDRA ma sono RESIDENTI E PROPRIETARI DI CASE A ROMA,
    risultano disoccupati da svariati anni e nascondono le loro attività dietro siti fittizi in
    rete di vendita di server e hosting, CON SOCIETA’ INTESTATE ALLE CONSORTI o a PRESTANOMI (in società
    con la certa GILDA PEDONE anche LEI INDAGATA PER SFRUTTAMENTO ALLA PROSTITUZIONE avente attività in
    italia, sul lago di garda come potete vedere sui suoi siti)hanno ormai vita breve.

    RAGAZZE ANDATEVENE FINCHE’ SIETE IN TEMPO! O VI VEDRETE LA FINANZA A CASA!

  4. io2009 ha detto:

    “attenzione!”

    “la fine del mondo è vicina!”

    “pentitevi finchè siete in tempo!”

    “o entro il 2008 sarete risucchiati nelle viscere della terra e presi a bastonate sulla gobba dagli alieniiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii! ”

    hahahhahah!!!

    povero sfigatello… ma chi vuoi che creda alle tue cazzate?

    ah oggi è 1 gennaio 2009….

    non doveva essere oscurato tutto entro dicembre 2008?

    il sito è ancora lì con tutti i suoi MIGLIAIA di autenti e ragazze…

    e la pedone? bhè minimo dovrebbe essere in galera….e invece…secondo me se legge il tuo post si fa una risata pure lei….

  5. erica ha detto:

    Siamo un gruppo di donne di varia eta’ portate per bisogno a dover utilizzare la rete come unico mezzo di lavoro,avendo cercato altro ma senza risultati.
    Ci siamo imbattute in siti di webcam e nostro malgrado abbiamo accettato contratti anche molto sfavorevoli ma non avendo altro alla fine il bisogno porta a dire si.
    Vi scriviamo per segnalare l abuso di certi siti sui bisogni di noi donne e a seguito di ripetute truffe abbiamo pensato di scrivere a voi giornali e tv per vedere se si puo fare qualcosa.

    Stiamo parlando di un sito in particolare che piu di altri usa il suo potere (visto la pubblicita su markette,iene etc etc) dove la considerazione della donne e uguale a zero..
    Questo sito chiede l esclusiva ma non garantisce nessun tipo di entrata economica anche perche su questo sito ci sono donne diciamo a favore del sito stesso e quindi hanno piu interesse a far lavorare loro..

    Sto parlando di http://www.ragazzeinvendita.com dove la percentuale che si prendono supera del 50% del nostro guadagno e spesso con scuse fasulle bloccano le ragazze e non pagano nemmeno…

    Noi facciamo parte di quelle donne che per motivo di morale non hanno accettato incontri cosa che molti utenti sostengono che altre del sito fanno…. E non avendo un giro di lavoro da poter vivere abbiamo deciso di entrare anche su altri siti ma a questo punto il nostro guadagno e andato perso nonostante il sito sulla nostra immagine abbia gia guadagnato.
    Chiediamo se e’ possbile per una volta fare luce su queste cose per evitare un ulteriore sfruttamento e potere di un certo sito e per poter avere i nosti guadagni gia da loro incassati sfruttano noi la nostra immagine e le nostre cam. Affittano case e mettono straniere dentro facendole stare tutto il giorno d’avanti a una cam e se non riescono a fare i crediti giornalieri le licenziano e sfruttano altre.Affialiati a loro e anche il sito http://www.inkontri.com che a differenza di ragazzeinvendita addirittura scalano crediti agli utenti senza motivo. Abbiamo scritto anche a Bebbe Grillo a striscia alla rai lucignolo le iene e tutte le testate importanti di giornali italiani.Inoltre abbiamo fatto appello anche a tutte quelle persone che hanno pubblicizzato il sito e intervistate le ragazze anche loro affiliate a riv.Ci sono donne http://www.peloecontropelo.net/ che sono emerse facendo incontri cosa che sul sito x legge e scritto che non e consentito..ma x legge xo’…quindi…ragazzi/e non v iscrivete a questi siti ne come utenti ne come camgirl… grazie x la cortese attenzione

  6. ray ban glasses ha detto:

    Hey There. I found your blog using msn. This is a very well written article.
    I’ll be sure to bookmark it and return to read more of your useful info. Thanks for the post. I will certainly comeback.

  7. Cheri ha detto:

    Organising a venue and selecting the best way to wind-down the work day than with a selection of some of the occasion? Organising a venue and selecting the best way to introduce themselves on Instagram.

  8. Alvin ha detto:

    I simply couldn’t leave your site prior to suggesting that I extremely loved the usual information a person provide to your guests? Is gonna be back incessantly to check up on new posts

  9. homepage ha detto:

    Offshore web hosting keeps your info private, key and protected. Together with these rewards, it provides you an international identity and coverage, which are usually favored by the customers. Swihart

  10. […] vikings   new iphone   Breaking Bad Season 6   Outside Lands   Derek Medina […]

  11. Georgetta ha detto:

    What is the testament denver accident lawyer that
    proves that the lawyer has to give you the best horse for your free, no obligation consultation right now!
    These mishaps on National Highways are the only nation in the accident.

  12. tremor games hack ha detto:

    Hmm is anyone else encountering problems with the pictures on this blog loading?
    I’m trying to figure out if its a problem on my end or if it’s the blog.
    Any feed-back would be greatly appreciated.

  13. nike dunks ha detto:

    I definitely recommend this free job placement website, it helped me with contacting employers, dressing up my resume and
    setting up interviews.

  14. Excellent way of describing, and pleasant piece of writing to get information on the topic of my presentation focus, which
    i am going to present in school.شركة نقل عفش بالرياض
    شركة نقل اثاث بالرياض
    شركة عزل اسطح بالرياض شركة نظافة بالرياض
    شركة تنظيف موكيت بالرياض

  15. Very good blog! Do you have any hints for aspiring writers?
    I’m planning to start my own site soon but I’m a little lost on everything.
    Would you propose starting with a free platform like WordPress
    or go for a paid option? There are so many options out there that I’m completely
    confused .. Any suggestions? Cheers!

  16. click here ha detto:

    Everyone loves wht you guyhs are usually up too. Thhis sort of clever wok and exposure!

    Keep up the fantastic works guys I’ve included you guys too my personal blogroll.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: