Dal deserto alla Francia con 900€

aprile 4, 2007

Kingsley’s Crossing è un fotoreportage fatto da Olivier Jobard, fotoreporter francese, e documenta il viaggio intrapreso da un giovane 23 bagnino africano,Kingsley appunto, alla volta dell’Europa. Il documentario ha vinto il primo premio premio della National Press Photographer Association (NPPA) per la sezione dei contenuti web multimediali. Ora, in realtà si tratta di un video, mentre gli altri due finalisti erano più appropriati dal punto di vista tecnico (non si tratta di un sito ma semplicemente di un video di 20 minuti che ci racconta una storia), ma la giuria è stata così toccata dai contenuti e che ha deciso di premiarlo ugualmente. Alla fine sono state fatte passare come parti multimediali, gli intermezzi animati che si vedono tra una scena e l’altra. Ad ogni modo è parecchio toccante. Da uno stipendio di 50€ al mese, il giovane camerunense decide di accettare i soldi, 900€, della famiglia (madre padre 7 fratelli) per poter raggiungere la sua America, cioè la nostra Europa, per guadagnare a sufficienza e spedire i soldi alla famiglia. Insomma la tipica vita di un immigrato. Nella narrazione si passa attraverso il deserto sui furgoni e per l’atlantico su una carca di legno. Bisognerebbe vedere se, effettivamente, la presenza costante del reporter si sia effettivamente amalgamata con il viaggio del giovane. Gli scatti sono sempre convincenti e trasudano emotività. Alla fine la condizione di Kingsley nella sua nuova terra, la Francia, si rivela essere ugualmente difficile. Solo lavoro niente amici e ancora lavoro. Già è una condizione normale quando si cambia città, ma quando si vede la morte in faccia, si cambia continente e si è pure vittima di razzismo il tutto deve essere insontenibile.

Cosigliata la visione

questa è una foto esplicativa delle condizioni in cui è stato compiuto il viaggio

Il link l’ho trovato qui su Reporters.