Chi blocca i concorsi? Il ministro dell’Università

ottobre 3, 2007

L’università degli orroriIl pezzo seguente è stato pubblicato su L’Indipendente di oggi. Potete scaricare il giornale (che vi ricordo, è gratuito in formato pdf) cliccando qui

Atenei ❖20 MILIONI PER 700 RICERCATORI, MA MUSSI LI TIENE FERMI

Perché l’università italiana non fa entrare i giovani ricercatori? Semplice: perché il ministero dell’Università e della ricerca non consente che si celebrino i concorsi per assumerli. Concorsi per il cui svolgimento non solo esiste una normativa in vigore e pienamente valida che li disciplina ma, strano a dirsi – viste le geremiadi di Mussi sui soldi che mancano – ci sono a disposizione 20 milioni di euro del fondo di finanziamento ordinario per l’università. Niente scuse dunque: solo, come denuncia Antonino Liberatore, segretario nazionale del maggior sindacato dei docenti universitari (l’Unspur), «l’assoluta incapacità dell’amministrazione di Piazza Kennedy di dare una risposta all’esigenza di reclutamento dei giovani nelle carriere accademiche ». Questo malgrado sia passato più di un anno dall’insediamento del nuovo governo e malgrado la disponibilità finanziaria per più di 700 posti da ricercatore. Una situazione surreale, tanto più che se questi 20 milioni messi a disposizione della precedente Finanziaria non verranno spesi entro il dicembre di quest’anno torneranno nelle economie dello Stato. Leggi il seguito di questo post »

Annunci