Mussi boccia Cagliari ma dice sì a RomaTre

L’università degli orroriPasquale Mistretta il rettore eterno dell’ateneo di Cagliari qualche settimana fa ha trovato sulla scrivania del suo studio una brutta sorpresa. In una lettera partita dal ministero dell’Università e della ricerca e recapitata alla sede centrale dell’ateneo cagliaritano il magnifico ha letto che la proposta di modificare lo statuto dell’università era stato bocciato. «Si fa riferimento» – si legge nella lettera a firma del direttore generale del ministero Antonello Masia – «alle modifiche statutarie proposte. Alla luce degli orientamenti ministeriali non si ritiene opportuno modificare le procedure relative agli organici accademici con riferimento alla durata dei mandati. Si ritiene debbano essere conservate le norme attualmente vigenti». Poche secche e chiare righe insomma per dire un rotondo e sonoro no all’ultima modifica della carta statutaria dell’ateneo di Cagliari e anche per sconfessare una consuetudine che in Italia è praticata da un numero sempre crescente di rettori. Il no a Mistretta infatti è il primo che Fabio Mussi pronuncia in merito al problema della modifica degli statuti e che segue a pubbliche prese di posizione del ministro molto critiche nei confronti di un modo sbarazzino di intendere la governance degli atenei. Certo il veto del ministero è “morale” e non vincolante perché l’autonomia universitaria permette di approvare nuovamente la modifica senza dover poi nuovamente passare per l’esame ministeriale. Ed è quello che dovrà fare il Senato accademico di Cagliari dove basterà l’approvazione dei tre quinti dell’assemblea per far passare la modifica allo statuto. Sta di fatto che la bocciatura della modifica dello statuto di Cagliari costituisce un precedente importante. Bravo Mussi dunque, anche se resta da capire per quale motivo il nuovo statuto dell’università di RomaTre, quello che il rettore Guido Fabiani ha modificato per potersi ricandidare ancora una volta dopo aver già governato per tre mandati l’ateneo, sia stato stato approvato dal ministero dell’Università e della ricerca a tempo di record: in appena 10 giorni.

di Riccardo Paradisi

Annunci

One Response to Mussi boccia Cagliari ma dice sì a RomaTre

  1. DePretis ha detto:

    segnalo un interessantissimo blog: http://statutoroma3.splinder.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: