Ma il centrodestra si è accorto di Savino Pezzota?

GiornaleMi chiedo, in tutta franchezza, se i nostri leader del centrodestra abbiano veramente capito qualcosa del Family Day e di Savino Pezzotta (qui l’intervista rilasciata al nostro quotidiano). La manifestazione di piazza san Giovanni ha rappresentato il fatto politico più importante di questi ultimi mesi, altro che la stucchevole discussione su capi e capetti della ex casa delle Libertà. È venuto fuori, con una fortissima spinta popolare, tutto il malumore dei cattolici nei confronti del governo e della maggioranza, la frattura che si è aperta tra il centrosinistra e l’universo delle associazioni. Roba seria. Allo stesso tempo, un uomo rigoroso, di alto profilo, con una storia alle spalle (la guida della Cisl vi dice qualcosa?), cioè Savino Pezzotta, portavoce del Family Day, prende le distanze dal Partito democratico. Lo boccia senza se e senza ma, si dichiara estraneo a questa asfittica alchimia di gruppi dirigenti e annuncia di “stare sul fiume”. Non solo: Pezzotta ci fa sapere che non intende iscriversi al Partito democratico, e quindi è fuori dalla casa comune di Ds e Dl. Le due cose, gli umori di una piazza e la severa critica di un leader, si tengono, perché provengono dallo stesso mondo, ne misurano la stessa temperatura, gli stessi problemi.. A questo punto, che cosa ti saresti aspettato dal centrodestra? Un’apertura, segnali concreti, proposte per la famiglia. Un’iniziativa politica. E invece, niente. Berlusconi, Fini e Casini hanno fatto la loro sfilata a piazza San Giovanni, incassando il magro dividendo di un giorno, si sono divisi equamente microfoni e dichiarazioni. Poi nulla, un silenzio tombale. Nel frattempo Pezzotta va per la sua strada e prova a mettere in piedi un movimento “parapolitico” che dia voce e rappresentanza ai cattolici. Gira l’Italia, verifica sul campo quali spazi ci sono al di fuori della pura testimonianza che gli ex popolari si sono ritagliati all’interno del Pd. E i dirigenti della Margherita, leggete oggi l’intervista della nostra Susanna Turco con il ministro Giuseppe Fioroni, corteggiano l’ex segretario nazionale della Cisl. Loro, insomma, fanno politica. E noi stiamo a guardare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: