Molise, il rettoresenza limiti

Giovanni Cannata è alla guida dell’università del Molise da dodici anni filati, rettore d’ateneo per quattro mandati consecutivi. Il limite stabilito dagli statuti universitari ne prevede solo due, ma il Magnifico per restare tale ha trovato una soluzione: ha apportato una modifica statutaria che elimina ogni limite al numero di mandati. Una prassi abbastanza consueta tra i suoi colleghi, che di solito ottengono un mandato di proroga o due. Lui sembra aver fatto di meglio: ha autoproclamato il diritto a vita al rettorato. Nominato di recente consigliere del Cun (Consiglio universitario nazionale), Cannata, insieme al rettore di Cagliari Pasquale Mistretta, è uno dei rettori più longevi e tenaci d’Italia. E tanto il suo potere è indiscusso che in Molise la notizia di una candidatura alternativa alla sua – quella del professore Andrea Ceglie, ordinario di chimica fisica nell’ateneo molisano – ha fatto molto scalpore. Anche perché la candidatura di Ceglie è spuntata come un fungo. Docente alla facoltà di Agraria – il regno di Cannata, dicono in Molise – barese coriaceo, Ceglie ha formalizzato la sua candidatura solo a pochi minuti dalla scadenza del termine che era al mezzodì del 5 aprile. Una sfida modello western insomma, che ha guastato l’umore al monarca dell’ateneo molisano. Contrariato anche per il fatto che anche l’università del Molise nelle ultime settimane è stata monitorata dalla stampa nazionale per le inchieste giornalistiche su concorsopoli. Ma l’università del Molise ha anche delle tensioni interne: attraversata dalle polemiche sulla facoltà di medicina e sull’istituzione di quella di lettere, che Cannata avrebbe voluto veder sorgere a Isernia e che invece per ora non decolla. Per tutti questi motivi il guanto di sfida lanciato da Ceglie non lascia indifferente il rettore. Che ha capito come sul suo nome non ci sia più unanimità di consensi. Intanto Ceglie chiede a Cannata un confronto face to face e nel suo programma scrive: «È abbastanza agevole scrivere un programma elettorale dopo un così lungo governo della nostra università da parte di un esimio collega Basterebbe far riferimento alle scelte assunte dal precedente rettore prese in sostanziale solitudine accademica alla voluta strategia di rifiuto della loro condivisione progettuale e programmatica da parte dei colleghi». Una critica dura, un’accusa di verticismo chiara e tonda. Cannata, secondo i suoi avversari non avrebbe fatto nulla per allargare la democrazia nell’università molisana, dove per il rettore votano praticamente soltanto i docenti. Tra il personale tecnico amministrativo potranno infatti votare solo i cinque rappresentanti eletti nel Cda dell’Ateneo a fronte dei 250 dipendenti. Mentre nel senato accademico non è presente alcuna rappresentanza né degli studenti, né del personale tecnico amministrativo, né dei docenti associati e dei ricercatori. Una composizione così stretta, dicono gli oppositori di Cannata, unica nel panorama universitari italiano, è del tutto anacronistica. Poteva essere comprensibile incalza Ceglie, «quando le dimensioni del corpo docente del giovane ateneo molisano, nato solo 25 anni fa, erano esigue «Ma oggi, dopo che negli ultimi, dieci anni l’università del Molise ha raddoppiato il numero degli studenti iscritti, raggiungendo una dimensione di media sede con un accelerazione di docenti enorme, specie negli ultimi due anni, la composizione del senato accademico va allargata: la modifica dello statuto in tal senso si pone come prioritaria». Anche se di solito le modifiche degli statuti diventano prioritarie, negli atenei italiani, per altre esigenze.

di Riccardo Paradisi

Annunci

One Response to Molise, il rettoresenza limiti

  1. Ayrton Klopsen ha detto:

    Very cool your tips here in Brazil are beginning in marketing compared to other places such as the United States and India, the best to work with this is that we can have infinite number of niches to explore, like this.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: