Se potessi avere 1000€ al mese

Per chi si trova a iniziare una vita al di fuori delle mura domestiche la situazione di solito non è delle più rosee. All’inizio c’è l’entusiasmo della novità, il senso di responsabilità, il sapore della libertà, di potercela fare, di avere il mondo sul palmo della propria mano. Poi quando magari inizia a scadere il contratto a progetto, bisogna cambiare casa o inizia ad allargarsi la famiglia le cose possono anche cambiare. Molti ragazzi si trovano in questa situazione e molti vorrebbero esserlo, ma non riescono a farlo per problemi che, di solito, sono prettamente economici (i mammoni alla Tanguy li lasciamo stare per questa volta).

A tal proposito c’è sul supplemento Noi dell’Avvenire di domenica 25 marzo (il link si riferisce al numero precedente) un reportage di alcune pagine in cui vengono raccolte le testimonianze di giovani che, pur fronteggiando situazioni economiche non rosee o di lavoro procario, hanno deciso di sugellare il proprio amore col vincolo del matrimonio. Il compendio di storie proposte su supporto cartaceo, lo si ritrova anche sulla rete, infatti fanno parte del blog sposisubito.it. Consultando la pagina (che per ora non ha ancora dato il via ai commenti liberi) si leggono un po’ tutte le situazioni. Ovviamente chi decide di operare tale scelta, lo fa alla luce dell’ottica di vita cristiana. Quindi niente convivenze, ma fiducia nella vita di coppia “legale” agli occhi di Dio. C’è spazio anche per le voci (poche, una) fuori dal coro. Carlo di Milano parla infatti di incoscenza, piuttosto che di amore. Mettere al mondo un figlio in una città come la capitale meneghina, senza avere solide basi economiche o, almeno, una casa di proprietà, vuol dire non avere sale in zucca, secondo l’avvocato 30enne milanese. E come dargli torto del resto.

E in data 27 febbraio era uscito un articolo su Repubblica (a firma Concita de Gregorio per la serie di reportage “la nuova famiglia”) in cui si parlava della peggior piaga italiana: i mammoni. In poche parole si partiva dai dati di una ricerca che dice che in Italia 7 giovani su 10 trai 25 e i 29 anni vivono ancora con i genitori. Veniva portato l’esempio di un 27enne genovese che a fronte di uno stipendio di 400€ se ne stava ancora con mamma e papà pur avendo una ragazza che ne guadagnava 600 (400€ + 600€ = 1000€ al mese in due).

“…arrivano a mettere insieme 1000 euro al mese, ma non se la sentono di cercarsi una casa e fare un figlio…”

In una grande città quella cifra per due persone è abbastanza risicata, ma se bisogna pure pagarci un affitto, diventa irrisoria. Se poi arriva un frugoletto… L’articolo ha generato una discussione molto interessante sul blog Leonardo in questo post.
Consiglio di leggerei commenti visto che l’argomento viene trattato in maniera viva e con più punti di vista, più o meno lucidi e favorevoli alla soglia dei 1000€ x 2 teste. Per vivere da solo a volte sono il limite (io ad ogni modo sono un sostenitore della pasta al tonno e della carbonara, vero manifesto della vita “spensierata” fuori casa, come leggerete nei commenti…), ma quando il numero delle bocche aumenta il limite comincia ad andare stretto. Allora che fare, seguire la ragione ed aspettare di aumentare gli incassi e intanto starsene a casa? Seguire il cuore e la fede e sposarsi sapendo che in tre si sta più scomodi che in due, ma sapendo anche che “meno posto si tiene quando ci si vuol bene”? Convivere e vedere come vanno le cose? Insomma col portafogli gonfio e un tetto sicuro sopra alla testa si ragiona meglio. Ma a volte le scelte si prendono più col cuore che con la testa. Se ne vale la pena si sarà pronti a pagarne le conseguenze. Certo non sono argomenti facili. Mentre meditate andate a giocare qui che almeno vi schiarite le idee. Se poi volete dire la vostra, il box dei commenti è qui sotto.

Annunci

3 Responses to Se potessi avere 1000€ al mese

  1. Chris ha detto:

    Ciao, vedo che ogni tanto passi da me.
    Volevo ringraziarti:) Ciao;)

  2. Lorenzo Grossini ha detto:

    Oltre che nel blogroll sei resident nei bookmarks di firefox.
    Ah, complimenti per i tuoi post, e ora torniamo in topic 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: