Incredibile. Gli americani fingono l’orgasmo

Elvis the Pelvis lo ha ideato fra un colpo di bacino e una carezza al ciuffo, Barry White l’ha lanciato a colpi di tosse (tanti) e rime glamour (un po’ meno). Richard Gere ne ha fatto un prodotto per donne toste, di quelle disposte a pagare pur di avere una carogna spettinata a cena. Ma il mito del macho americano è arrivato al crollo. Perché adesso finge anche lui, di più e meglio di tutte quelle donne che gli hanno fatto credere di essere un sex-symbol per intercessione di James Brown. La rivista americana Lavalife non lascia dubbi: il 48 per cento dei 9 mila maschi americani intervistati ha ammesso di aver simulato l’orgasmo più di una volta. «Quando se ne parla,la gente è portata a pensare che è un’esclusiva femminile», commenta l’ideatrice del sondaggio, Ambrose Diaz, «ma i nostri risultati non fanno che confermare le perplessità di molte donne e i timori dei nuovi uomini,molto più incerti e ambigui che in passato». Dopo l’amore infatti, accadeva sempre che le donne se la cavavano con un «sono stata bene». L’uomo sondava, tentava qualche metafora, ma poi si rassegnava. Come al solito. Assolte per assenza di prove. Ma il maschio moderno? Come fa a mentire, abituato a stare da sempre in un corpo che sembra disegnato da Giuda,progettato per tradirlo? «Il condom ha reso tutto più facile», risponde la Diaz,ma anche per chi non lo utilizza. Secondo il nostro sondaggio, molti di quelli che hanno simulato un orgasmo senza, dicono di soffrire di scarsa eiaculazione». E’ lui il complice dei ragazzi interrotti, l’amico lattice cui affidano tutti i loro segreti, dunque. Oppure la scienza, che gli fornisce la panacea: aneiaculazione,una parola per cui certo si poteva fare di meglio. Ma che cosa c’è dietro questo improvviso dietrofront sulla strada tracciata da Adamo? Per Ambrose Diaz, molte cose: «la stanchezza,la serata no, hanno già fatto sesso e sono appagati,la preoccupazione per un’improvvisa perdita di erezione». Moventi deboli, resi però interessanti, se incrociati con i dati sulle donne. L’82 per cento delle 7 mila coinvolte nel sondaggio,ha detto di aver simulato più volte l’ orgasmo.
L’uomo americano ha imparato cioè dalla donna, ha studiato con attenzione la Meg Ryan di Harry ti presento Sally, quella che mimava una performance erotica perfetta al tavolino di un bar, prendendosi gioco di quei fessacchiotti dei maschietti.
Si è adeguato al malessere di essere uomo in questi tempi. Ha il bisogno di essere ammiccante come Elvis ma un po’rude come Rambo, cinico come un american gigolo ma lento come uno slow di Otis Redding. E confuso, incapace di essere ogni cosa, preferisce la menzogna e il sempre sano mal di testa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: