La nuova sfida: tutto il mondo senza pc per un giorno

Puoi sopravvivere per un giorno senza il tuo computer? Questa è la domanda che viene posta non appena ci si collega al sito shutdownday.org. Ovvero: il “giorno dello spegnimento”. E per rispondere, visto che i fatti contano più delle parole, non bisogna fare altro che lasciare spento il proprio pc in data 24 marzo 2007. Niente internet, niente email, niente chat per ventiquattro ore. La rete dovrà tacere per quelli che vogliono prendere parte all’iniziativa. L’idea è venuta a due ragazzi canadesi, Denis Bystrov e Michael Taylor, e il loro scopo è quello di vedere quanto l’utilizzo del computer abbia inciso sul nostro stile di vita e sugli usi e costumi della nostra società. Riscoprire tutto ciò che di bello c’è oltre ai 19 pollici del nostro pc, ma anche farci capire quanto il mezzo tecnologico sia entrato nel nostro dna. «Certamente non potrei, né vorrei, vivere senza il mio computer – queste le parole di Taylor che si leggono sul suo sito – ma molte volte mi capita di usarlo per chattare con gli amici, invece di incontrarli di persona. Ci sono poi molti genitori che non passano abbastanza tempo coi propri figli perché sono troppo impegnati a perdere tempo dietro a una tastiera». Tutti quelli che pensano di fare i furbi utilizzando palmari o smartphone per collegarsi a internet rimarranno delusi visto che il regolamento parla chiaro: l’uso del cellulare è consentito soltanto per organizzare le attività da svolgere durante lo spegnimento degli hard disk. Attualmente quasi ventimila persone hanno aderito al progetto, ma c’è anche un manipolo di tremila internetdipendenti che ha già affermato di non farcela a separarsi dal fido computer. C’è da dire che il giorno scelto per lo spegnimento globale rende il compito più semplice. Si tratta, infatti, di un sabato: una Quaresima facile facile, insomma. Chi potrebbe mai astenersi dall’uso del pc durante la settimana lavorativa? Nel weekend tutto cambia e la cosa sembra possibile. Come rinunciare alla settimana bianca d’estate o al mare d’inverno.

di Lorenzo Grossini dall’Indipendente del 28 febbraio 2007

altri usi del pc? Date un’occhiata al video qui sotto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: